Sigillatura molari

Sigillatura dei denti: prevenzione senza controindicazioni

Che cos'è la sigillatura dei denti

La sigillatura dei denti è una procedura dentistica raccomandata per prevenire la formazione di carie, da eseguire non appena i denti da latte lasciano il posto a quelli permanenti.

Questa pratica è particolarmente consigliata per i molari che sono più esposti al rischio di carie dato che presentano numerosi e profondi solchi, al cui interno la placca e i batteri possono facilmente annidarsi e creare danno.

La sigillatura dei denti consiste nell’applicazione di una speciale resina fluida (detta sigillante) direttamente sui solchi occlusali dei denti molari e ne proteggerà lo smalto dentale da eventuali processi cariogeni futuri.
La pratica di sigillatura nei bambini garantisce efficacemente la salute dei loro denti e va ripetuta periodicamente per compensare il consumo della pellicola protettiva che viene applicata.

Prevenire le carie

indubbiamente poco piacevole sottoporsi ad un’otturazione contro la carie e una corretta igiene orale non garantisce di rimanere indenni dalla carie.
Per prevenire la carie è opportuna una periodica detartrasi (pulizia dentale) professionale, pratica che risulta tanto più efficace se associata alla sigillatura dei denti.
La sigillatura dei denti non è minimamente un intervento invasivo o pericoloso per i bambini, anzi la sigillatura è un intervento veloce, completamente indolore ed estremamente vantaggioso.

Perché eseguire la sigillatura dei denti

La sigillatura dei denti viene effettuata solo sui denti definitivi e di conseguenza non prima che siano caduti quelli da latte.
I bambini fanno fatica a pulire i denti molari in modo accurato perché hanno una scarsa manualità nell’utilizzo di dentifricio e spazzolino che quindi non risulta adeguato e di conseguenza la pulizia dentale quotidiana è scadente.
Poiché i molari presentano profondi solchi viene favorito l’annidamento di batteri, placca e tartaro, oltre al fatto che la posizione nella quale si trovano rende la detersione difficoltosa.

Da considerare, inoltre, un altro fattore importantissimo: i denti molari permanenti compaiono ad un’età (6 anni circa) in cui il consumo di dolci ed alimenti zuccherati è molto alto.
La sigillatura dei denti costituisce dunque un importantissimo presidio nei programmi di prevenzione dalle carie e di mantenimento della salute del cavo orale del bambino.

Non è sufficiente un'adeguata integrazione di fluoro per irrobustire i denti?

Non è sufficiente un’adeguata integrazione di fluoro per irrobustire i denti?
Pur essendo importante e spesso prescritta, la supplementazione di fluoro non è sufficiente per garantire un’adeguata protezione da processi cariogeni. Un’integrazione di fluoro è sì un accorgimento positivo per proteggere le superfici interprossimali dei denti e per rinforzarne lo smalto, ma non è in grado di garantire nel contempo un’efficace barriera protettiva a livello delle superfici occlusali (più soggette al rischio di carie).

Allo scopo di ottenere una maggior protezione dallo sviluppo di processi cariogeni, la supplementazione di fluoro dovrebbe sempre essere associata ad una sigillatura dentale.

Sigillatura denti: fa male?

La sigillatura dei denti è un intervento completamente indolore, semplice e rapido, che non richiede né anestesia locale né tanto meno l’utilizzo del trapano.
Inoltre, non esistono reali controindicazioni alla sigillatura dei denti, che ha in realtà solo effetti positivi.

Come vengono sigillati i denti

1. Selezione del dente da sigillare
2. Isolamento del dente mediante apposita diga: un piccolo fazzoletto di lattice viene fissato sul dente per impedire l’accumulo di saliva. Durante la sigillatura di un dente, infatti, un’eventuale raccolta eccessiva di saliva può diminuire la forza di legame della resina al dente, vanificando l’intervento.
3. Applicazione di una speciale sostanza acida sul dente da sigillare, per renderlo più poroso e facilitare l’adesione del sigillante al dente
4. Attesa, lavaggio e asciugatura della superficie del dente da sigillare
5. Applicazione della resina sigillante mediante un apposito pennellino
6. Polimerizzazione del sigillante: la resina, irradiata con speciali lampade alogene, aderisce perfettamente al solco del dente
7. Controllo della sigillatura del dente
Nel caso si verificasse un sovra-riempimento, è necessario eliminare gli eccessi di resina.

La corretta applicazione della resina sigillante rende le superfici dei denti inaccessibili ad attacco e attecchimento di batteri, responsabili dell’insorgenza delle carie.